senato.itparlamento.itarchivioluce.com
Senato della Repubblica
Istituto Luce - CinecittÓ
ricerca
Documentari
Dal Borromini al Guarini
  • serieEnciclopedia dell'Arte Italiana
  • data[1976]
  • produzioneistituto nazionale luce
  • regiaArmentano, Vittorio
  • italiana-00:51:29|colore|sonoro
  • AbstractL'ereditÓ del Borromini e le sue ripercussioni nel vivace ambiente artistico torinese dell'ultimo quarto del Seicento, in primis nelle irrrequiete emulazioni realizzate dal Guarini e, pi¨ in generale, negli echi destati in Piemonte e in Europa, da Parigi alla Boemia.
  • credits / produzione Marconi, Paolo (consulenza e testo)- Bandiera, Giorgio (voce)- Cucci, Alfonso (organizzazione)- Maggiolini, Maurizio (montaggio)- Molino, Mario (musiche a cura di)- Brunamonti, Gabriella (musiche a cura di)- Caponera, Eliseo (fotografia)
  • keywords opere di Francesco Borromini- opere di Guarino Guarini- Architettura- Scultura- opere di Bernardo Antonio Vittone- municipio di Bra- opere di Filippo Juvara- chiesa di San Lorenzo a Torino- San Martino al Cimino- Basilica di San Giovanni in Laterano- Basilica di San Pietro- Palazzo Carpegna a Roma- Palazzo Carignano a Torino- chiesa di Santa Chiara a Bra- Mole Antonelliana- basilica di Superga- Chiesa di Sant'Agnese in Agone- Cappella della Sindone- Chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza a Roma-
    • Sequenze:
    • 1. Panoramica verticale della facciata della Cappella di Sant' Ivo alla Sapienza, incassata sul lato concavo di fondo di un cortile a doppio ordine di arcate (XVI secolo)
    • 2. dettagli del rivestimento esterno, polilobato, della cupola su cui si leva una calotta a gradini coronata dal lanternino con cuspide a spirale
    • 3. lapide dedicatoria
    • 4. particolari dell'inconsueto ornato architettonico: capitelli non usuali, ovoli sulla cornice, repertorio di emblemi e simboli cristiani
    • 5. interni della cupola di Sant'Ivo e della cappella torinese della Sacra Sindone, opera del padre teatino Guarino Guarini
    • 6. il pavimento ad alveare di Sant'Ivo inq dall'alto
    • 7. piante e progetti dell'opera
    • 8. spigolo a terra di uno degli elementi portanti e panoramica verticale delle nervature che salgono fino al lanternino con l'unica interruzione della cornice
    • 9. le sei nervature della cupola alternate a concavitÓ rotonde e mistilinee
    • 10. dettagli delle lesene sui profili dei pilastri angolari, flesse e modellate sulle linee curve
    • 11. leggeri bassorilievi emblematici, con significati anche araldici, si staccano dalla superficie in stucco bianco,
    • 12. fregi raffiguranti monti chigiani, in omaggio al papa Alessandro VII Chigi, tanto all'interno quanto all'esterno della chiesa
    • 13. facciata
    • 14. il fastigio del lanternino elicoidale sormontato da colomba pamphiliana
    • 15. dettagli del disegno autografo del Borromini per l'edificazione del lanternino
    • 16. raffigurazione della spirale
    • 17. inq dalla sommitÓ di Sant'Ivo e dall'alto della cuspide della Cappella guarinese a Torino: tumulto di gradoni a cascata
    • 18. progetto del tema ispirato al triangolo nella Cappella della Santa Sindone
    • 19. uno dei due ingressi in marmo nero con fuga di gradini convessi e bombati
    • 20. alcuni particolari dei decori lungo la scalinata: due cuori fusi in uno e figure di tronchi umani appena abbozzati
    • 21. panoramica del vestibolo rotondo in cima alle scale, imperniato su tre coppie di colonne nere raccolte sotto una piccola volta con riproposizione del tema trinitario del triangolo equilatero
    • 22. panoramica della Cappella
    • 23. inq teca con il santo sudario
    • 24. parasta coronata da forme ad ali con cornucopie e volute che incorniciano l'occhialone
    • 25. particolari dei decori tipici del concettismo cinque-seicentesco
    • 26. la parte basamentale della Cappella realizzata in pietra nera
    • 27. gli effetti di contrasto tra pietre opache e lucide
    • 28. colonne con capitelli in bronzo dorato e rivestimento della base in bronzo
    • 29. esterni: cuspide strutturata in mattoni poveri a protezione della cupola propriamente detta
    • 30. interni: affollamento di finestre e fessure con insolite cornici a zig zag
    • 31. incisione del Guarini
    • 32. due degli arconi basamentali e la struttura esagonale e a canestro della cupola
    • 33. disegni di analoghe strutture di area ottomana
    • 34. esterni dell' insolita forma a canestro rovesciato sovrastante la cupola,che all'interno si impregna di luce
    • 35. i tiranti metallici occulti
    • 36. la cupola della Sindone
    • 37. la cuspide di San Lorenzo
    • 38. campaniletto posteriore della chiesa, dall'architettura ispirata a temi esoterici
    • 39. incisione esplicativa del Guarini che descrive la struttura come un intreccio di elementi a forma di stella a otto punte, cui si aggiungono altre strutture stellari
    • 40. disegno raffigurante il prospetto sovraccarico e farraginoso
    • 41. esterni ed interni dell'ambiente principale: costoloni intrecciati, archi con finestre ovali ed intrecci di archi che, nelle zone di raccordo, danno luogo ad altre figure geometriche
    • 42. marmi policromi dell'ornatissima parte basamentale
    • 43. sistema di arconi e forme barocche
    • 44. affreschi sulla volta stellare esagona che sovrasta l'altare maggiore
    • 45. altra copertura a stella e inq dell'intreccio portante dei 16 arconi sul soffitto centrale
    • 46. foto b/n della copertura ad archi intrecciati della Moschea di Cordova e di analoghe strutture del mondo ispano-islamico
    • 47. incisioni delle coperture ad arco goticheggiante di alcuni dei tiburi realizzati o soltanto disegnati nel "Trattato di architettura"dal Guarini
    • 48. fotografie b/n di strutture architettonico-decorative d'ispirazione gotica
    • 49. colonne tortili, balaustra ondulata dell'altare maggiore, inq dall'alto della zona centrale della chiesa di San Lorenzo, inserti e decori in stucco bianco
    • 50. ala del palazzo romano di Propaganda Fide sulle vie di Propaganda e di Capo le Case: ingresso movimentato da elementi curvilinei, finestre concave incastrate in ordini giganti di lesene e finestrone convesso sul corpo centrale
    • 51. gli interni dell'annessa cappella in stile gotico-gesuita [chiesa dei Re Magi]
    • 52. inq anche dall'alto del locale rettangolare con angoli arrotondati, serrato in un'intelaiatura che dalle lesene prosegue sulle volte con costoloni intrecciati
    • 53. tra le lesene i vani decorati di quattro cappelle intercomunicanti
    • 54. particolari dei costoloni in stucco della cappella Newman
    • 55. disegni e dettagli della facciata dell'Oratorio dei Filippini romani, di forma leggermente concava
    • 56. i fasci di nervature della volta e i decori in stucco dell'oratorio della chiesa di S. Maria in Vallicella: gigli, angeli cherubini, cuori infiammati, stelle ottagone
    • 57. il camino nella Sala ovale di riunione dei padri Filippini richiama il disegno di una tenda da campo [allegoria della povertÓ dell'Ordine]
    • 58. chiome degli alberi nel cortile interno
    • 59. Torre dell'Orologio, anch'essa caratterizzata da alternate superfici concave e convesse e culminante nel coronamento in ferro battuto che sostiene tre campane
    • 60. vedute aeree in movimento del borgo medievale di San Martino al Cimino: l'abbazia in stile gotico-cistercense sulla cui facciata si apre una grande polifora fiancheggiata da due torri campanarie terminanti con cuspidi piramidali, il palazzo-fortezza, le case della parte nuova disposte ad emiciclo avvolgente
    • 61. stampe e disegni per il restauro della basilica di San Giovanni in Laterano
    • 62. scorci della navata mediana da varie angolature
    • 63. edicole di disegno borrominiano con colonne in marmo verde antico e timapno fregiato dalla colomba pamphiliana e colossale statua di San Pietro
    • 64. le scansioni spaziali e gli stucchi delle navate laterali
    • 65. dettagli delle decorazioni e panoramica verticale di un elemento angolare fino alle figure angeliche piumate
    • 66. in una delle navate estreme ricomposizione di sepolcri medievali con recupero di pezzi scultorei della preesistente basilica costantiniana
    • 67. gli addobbi e gli emblemi significanti voluti dal Borromini
    • 68. camera car verso portale di ingresso con fregio a festoni di fiori in fondo ad un loggiato al pianterreno di Palazzo Carpegna
    • 69. gli stucchi allegorici nella galleria: scudo con la Gorgone, particolari delle cornucopie attorte assieme con vaso di fuoco e di quelle avvolte a volute di fumo che partono dalle colonne che affiancano l'ingresso, diverse forme di fiori, un galero cardinalizio e paramenti guerreschi connotano i diversi caratteri dei due rami della nobile famiglia residente, Carpegna e Scavolini
    • 70. putto sorridente a mani giunte sulla colonna di sinistra
    • 71. inq dal basso dei movimenti curvilinei di Palazzo Carignano
    • 72. facciata ondulata e ricca di elementi decorativi
    • 73. insoliti fregi decorativi delle finestre del piano nobile e dettagli antropomorfici
    • 74. l'inconsueto prospetto nel cortile interno: sagome che incorniciano le finestre e decori di difficile decifrazione
    • 75. all'interno: il maschio ellittico, il vestibolo a pianterreno, organizzato su doppie colonne che sostengono lunette che incorniciano porte e finestre
    • 76. camera car all'indietro e panoramica di uno dei due scaloni di rappresentanza
    • 77. disegni del Guarini
    • 78. forme convesse della prima rampa di gradini e concave della seconda
    • 79. le forme attorcigliate e speculari dello scalone
    • 80. disegno del Palazzo Carignano
    • 81. la facciata in cotto sanguigno del Palazzo del Collegio dei Nobili, ora dell'Accademia delle Scienze
    • 82. il portoncino decentrato
    • 83. finestre con mezzanini con ulteriori finestrelle, cornici e marcapiani, lesene con spigoli pieni
    • 84. progetti guariniani, tra cui quelle per le chiese dell'ordine teatino di Lisbona e di Praga
    • 85. fotografie e interni delle chiese boeme del castello di Oboriste, di santa Margherita di Brevno, di Smirize, del santuario di Sdzar, della chiesa dell'ordine cistercense di Sedlec, della chiesa conventuale di Kladrubi
    • 86. esterni del municipio di Bra, opera del Vittone ispirata al palazzo Carignano
    • 87. portone ligneo e particolari stilistici della chiesa di santa Chiara a Bra
    • 88. esterni in mattoni, ordini architettonici volutamente semplificati, contrapposizione di partiture di stucco e partiture a faccia vista
    • 89. interni: colonne delimitano vani absidati che confluiscono sulla volta centrale costolonata lungo le diagonali
    • 90. arconi inflessi settano le parti
    • 91. porta di accesso alla sagrestia, volta "a fagiolo", affreschi e decori sulle cupole delle absidiole, gerarchizzazione degli spazi, fonti di luce indiretta
    • 92. inq dall'alto della pianta mistilinea e dal basso della volta
    • 93. la controcupola sul tetto praticabile e l'effetto di trapelazione dai trafori della volta nervata
    • 94. dettagli del triangolo irraggiante e interni del santuario del Valinotto (1738): dettagli e inq da divberse angolature della volta affrescata, suddivisa in motivi geometrici dall' intreccio di archi su tema esagonale, articolata su cupole sovrapposte e animata da giochi di luci
    • 95. esterni della chiesa e disegni del Vittone, tra cui la proposta per il completamento della facciata del Duomo di Milano
    • 96. esterni, disegni e sezioni della Mole Antonelliana di Torino (1865 ca)
    • 97. cuspide della Mole inq tra i tetti, sullo sfondo la collina di Superga
    • 98. impianto e dettagli del santuario sul colle, che si sporge dal complesso degli edifici del convento retrostante come una rotonda, sormontata da un'alta cupola su altissimo tamburo, fiancheggiata da due brevi ali sopra cui si elevano i campanili di chiara ispirazione berniniana e borrominiana
    • 99. pronao tetrastilo centrale
    • 100. la massa della cupola affiancata da due campanili gemelli della chiesa romana di Sant'Agnese a piazza Navona, ultimata dal Borromini (1653-1657), che ne determin˛ la facciata concava a ordine unico di pilastri e colonne
I senatori nell'Archivio Luce
Seleziona una lettera dall'alfabeto per visualizzare l'elenco dei senatori
I Palazzi
Edifici e ambienti del Senato nelle immagini d'archivio
Palazzo Madama
Palazzo Giustiniani
Palazzo Carpegna